News

16 dic 2013
AlaWin Impianti: Gestione Manutenzione e Impianti AlaWin Impianti: Gestione Manutenzione e Impianti Il nuovo software AlaWin.Net Impianti supporta le imprese ...

Guide.aladata.it Ala Pag Win Commercialista Privacy

F.A.Q.

Filtro articoli per categoria:


Estimi
Acconti Iva
IMU
Annulla Filtro Categoria

Dopo aver fatto l’aggiornamento degli estimi dove è possibile eseguire le stampe di controllo delle aliquote IMU e delle detrazioni abitazione principale relative ai comuni dei dichiaranti trattati ai fini IMU?

Prima di effettuare il calcolo IMU del saldo (II semestre) si consiglia di eseguire le seguenti stampe di controllo per verificare la corrispondenza dei dati IMU (aliquote,detrazioni,codici catastali) dei comuni trattati con i dati IMU reperiti dalle varie fonti ufficiali 
STAMPA LISTA COMUNI IMU USATI ACCONTI DICEMBRE eseguibile dalla procedura TEFA,  dal menù STAMPE, dalla voce TERRENI E FABBRICATI. Tale stampa contiene in formato sintetico le aliquote ordinarie, ridotte,i codici catastali dei comuni trattati ai fini Imu.   E’ disponibile in due versioni:

  • se alla domanda “STAMPA DETTAGLIATA PER DICHIARANTE” si risponde SI verranno evidenziati i dati IMU dei comuni dei singoli dichiaranti selezionati con ripetizione dei comuni relativi a più dichiaranti
  • se alla domanda “STAMPA DETTAGLIATA PER DICHIARANTE” si risponde NO verranno evidenziati i dati IMU dei comuni dei dichiaranti selezionati senza ripetizione dei comuni relativi a più dichiaranti.
La seconda versione di tale stampa è più funzionale allo  scopo di controllare i dati IMU dei comuni trattati.
STAMPA VAR/DEDUZIONE FABBRICATI ANNO CORR. eseguibile dalla procedura TEFA, dal menù IMU ESTIMI, dalla voce VAR/DEDUZIONE FABBRICATI ANNO CORR premendo il pulsante STAMPA. Tale stampa contiene le detrazioni delle abitazioni principali (e delle pertinenze) dei dichiaranti selezionati suddivise per dichiarante e per comune; poiché le detrazioni abitazioni principali si inseriscono nel quadro FAB (fabbricati) nella sezione CALCOLO IMU, in tale stampa vengono confrontate le detrazioni inserite nella sezione CALCOLO IMU rilevanti per il calcolo IMU (colonna DEDUZIONE) con le detrazioni presenti in GESTIONE ESTIMI ANNO ATTUALE (colonna DED. ESTIMI).
Se le detrazioni inserite nella sezione CALCOLO IMU sono diverse rispetto alle detrazioni presenti negli estimi è possibile effettuare un adeguamento delle detrazioni presenti negli estimi con le detrazioni inserite nel quadro fabbricati SEZIONE CALCOLO IMU sempre dalla voce VAR/DEDUZIONE FABBRICATI ANNO CORR; l’adeguamento avviene spuntando nell’ultima colonna i fabbricati interessati, premendo il pulsante ADEGUA I COMUNI SPUNTATI e successivamente il pulsante CONFERMA. Dopo aver effettuato tale adeguamento è necessario effettuare il ricalcolo esterno per i dichiaranti interessati dal menu UTILITA’ (voce RICALCOLO QUADRI) oppure all’interno del singolo dichiarante. Quindi effettuare il calcolo IMU. E’ comunque possibile entrare direttamente nel quadro FAB sezione CALCOLO IMU del dichiarante ed apportare la modifica alla detrazione. Si sottolinea che i fabbricati visualizzati e stampati con questa funzione sono le abitazioni principali (colonna UT. = 5 o H) e le pertinenze (colonna UT. = 9 o I).

Una volta effettuata la stampa di controllo come faccio a modificare le aliquote ordinarie in caso siano diversi da quelli effettivi?

La modifica delle aliquote ordinarie e ridotte(abitazione principale/pertinenze) avviene nella voce GESTIONE ESTIMI ANNO ATTUALE del menu IMU ESTIMI della procedura TEFA. Una volta effettuata la modifica si deve effettuare o rieffettuare il calcolo IMU. Per un dettaglio di come modificare le aliquote cliccare su UtilizzoEstimi.pdf 

Se un comune ha deliberato un’aliquota diversa da quella ordinaria o ridotta per abitazione principale/pertinenze come posso applicarla ai fabbricati interessati da tale ulteriore aliquota?

E’ possibile adottare due soluzioni:

  • entrare nel quadro TER (terreni) o FAB(fabbricati), selezionare il terreno/fabbricato interessato e nella sezione CALCOLO IMU inserire manualmente l’ulteriore aliquota. Per l’inserimento manuale dell’aliquota nei fabbricati è necessario nella sezione CALCOLO IMU inserire nel campo UT. IMMOBILE il valore 8 Aliquota IMU manuale oppure H per abitazione principale oppure I per pertinenze di abitazioni principali e nel campo successivo l’aliquota ulteriore. Una volta inserita l’aliquota effettuare o rieffettuare il calcolo IMU. Questa soluzione è consigliata quando si ha solo qualche fabbricato interessato a tale ulteriore aliquota;tutti gli anni si dovrà quindi entrare nel fabbricato e modificarla in caso variasse. 
  • entrare nel TEFA, nel menù IMU ESTIMI, GESTIONE ESTIMI ANNO ATTUALE e scegliere il comune interessato dall’ulteriore aliquota deliberata. Nella sezione DATI IMU vengono visualizzate 14 aliquote di cui le prime due sono relative all’aliquota ordinaria e ridotta;le restanti 12 aliquote che assumono il valore dell’aliquota ordinaria possono essere utilizzate dall’utente per inserire le ulteriori aliquote  deliberate dal comune relative a immobili diversi dall'abitazione principale. Ogni campo Aliquota è denominato Aliquota con tra parentesi un numero (es. Aliquota (1), Aliquota (2) ecc.). Tale  numero è collegato con il campo UT. IMMOBILE presente nella sezione CALCOLO IMU del fabbricato. Pertanto se modifico il campo Aliquota  (2) inserendo un ulteriore aliquota, per applicare questa aliquota ai fabbricati interessati si deve entrare nella sezione CALCOLO IMU dei fabbricati  stessi e nel campo UT. IMMOBILE selezionare “2 aliquota 2”. Una volta effettuate tali operazioni eseguire o rieseguire il calcolo IMU. Per un  dettaglio su come modificare le aliquote IMU cliccare su UtilizzoEstimi.pdf. Questa soluzione è  indicata quando si hanno molti fabbricati interessati da tale ulteriore aliquota deliberata dal comune;l’utilità sta nel fatto che negli anni successivi  non è più necessario entrare nei singoli fabbricati a modificare l’aliquota manualmente ma si  andrà semplicemente nella GESTIONE ESTIMI nel comune interessato ad effettuare la variazione una sola volta.

L’aggiornamento degli estimi 12.1.3 contiene tutte le aliquote, i conti correnti, le detrazioni abitazione principale aggiornate?

L’Associazione Nazionale Comuni d’Italia (ANCI) non ha ancora reso disponibile in formato elettronico le aliquote IMU utili per il calcolo dell’imposta da pagarsi a dicembre: è soltanto disponibile un elenco parziale, con aliquote base e delibere, consultabile manualmente. 
Nonostante la mancanza di informazioni ufficiali in formato elettronico, Ala Data System,  è riuscita a fornire ai propri Clienti il presente aggiornamento parziale delle aliquote IMU utilizzabile con la procedura Tefa Alatax contenente le aliquote basi: ordinaria (altri immobili), ridotta (abitazione principale) e deduzione.
Con l'installazione del presente aggiornamento le aliquote variate manualmente dall'utente vengono mantenute mentre vengono aggiornate le aliquote non variate manualmente.  
L’utente per controllare i dati IMU può avvalersi del sito ANCI (clicca qui),  del sito del Dipartimento delle Finanze dove sono pubblicate le delibere ICI 2012 (clicca qui), dei siti dei diversi comuni,delle guide operative rilasciate dalla stampa specializzata o infine può telefonare ai diversi comuni.

Richiedi un preventivo

Desideri una consulenza gratuita sulle soluzioni informatiche innovative? » Contattaci

F.A.Q.

E' possibile modificare l'acconto IVA calcolato dalla procedura?
» Leggi di più

Lavora con noi

Sei interessato ad entrare in un team dinamico e innovativo? » Contattaci

Case history

Gestione Commesse: Impiantistica e Edilizia
» Leggi di più

Richiedi
assistenza

Tele
assistenza

Download

Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Premendo OK acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui per visualizzare l'informativa estesa  -  OK